Si ricorda con la presente che il giorno 23 novembre c.a.  scade il termine per la presentazione telematica della richiesta di adeguamento al nuovo tasso di interesse come già comunicato via mail in data 30.06.2017 , si prega  pertanto di dare massima diffusione agli iscritti.



Con determinazione presidenziale n. 89 del 25 maggio 2017 è stato disposto l’adeguamento del tasso di interesse con il metodo del loan to value (LTV), ovvero il rapporto tra il mutuo concesso ed il valore dell'immobile come risultante dalla perizia estimativa.
Il suddetto metodo sarà applicato alle domande di mutuo a tasso fisso presentate dal quadrimestre successivo all’approvazione della citata determinazione ovvero alle domande di mutuo presentate on line dalla prossima finestra temporale decorrente dal 1° settembre 2017. Di seguito la tabella dei tassi fissi applicati a dette domande di mutuo.

TAN in funzione della percentuale di intervento (LTV) :

Durata    <= 50%       50% - 80%      > 80%

10 anni     1,15%           1,33%               1,73%
15 anni     1,51%           1,69%               2,20%
20 anni     1,65%           1,83%               2,38%
25 anni     1,97%           2,03%               2,65%
30 anni     1,97%           2,03%               2,65%

Per gli iscritti che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto 65 anni, dovranno essere applicati i tassi di cui alla presente tabella per una durata non superiori a 15 anni.


La predetta determinazione ha inoltre disposto, a far data dal 1° luglio 2017, l’entrata in vigore dei tassi come di seguito riportato:

• su domanda dei mutuatari iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali, anche a tutti i mutui a tasso fisso in ammortamento alla data del 1° luglio 2017, che non presentino situazioni di morosità a tale data. Per tali fattispecie il valore LTV è definito in base al rapporto tra il debito residuo del mutuo al 1° luglio 2017 e il valore della perizia risultante nel sistema informativo dedicato alla prestazione creditizia in argomento; La domanda andrà presentata telematicamente dall' 01.09.2017 al 23.11.2017

• su domanda, anche ai mutui a tasso fisso stipulati dal 1° luglio 2017 con applicazione dei nuovi tassi già in fase di pre-ammortamento;
La previsione a domanda ha quale effetto di prevedere l’eventuale conferma del vigente tasso fisso di interesse (giuste determinazioni presidenziali n. 64 del 24 giugno 2015 e n.110 dell’8 ottobre 2015) per i mutui a tasso fisso i cui mutuatari non intendano aderire al nuovo tasso rideterminato sulla base della nuova metodologia.
Inoltre, la citata determinazione n. 89 del 25 maggio 2017 ha confermato il tasso variabile pari all’Euribor a 6 mesi, calcolato su 360 giorni, maggiorato di 200 punti base, rilevato al 30 giugno o al 31 dicembre del semestre precedente ed applicato sul debito residuo a tale data come da determinazione presidenziale n. 110 dell’8 ottobre 2015.


cordialità.

INPS VICENZA
CREDITO & WELFARE 

30.10.2017 ASSEMBLEE SINDACALI UNITARIE NOVEMBRE 2017

Si prega di portare a conoscenza il personale che per problemi organizzativi, viene modificato il calendario delle assemblee per le seguenti sedi:

 

1) assemblee per il distretto di Vicenza – saranno effettuate giovedì 9  (anziché lunedì 13 novembre), sede di svolgimento I.I.S. CANOVA Viale Astichello, 195;

 

2) assemblea per il distretto di Valdagno -  sarà effettuata lunedì 13 (anziché giovedì 9 novembre), sede di svolgimento istituto Comprensivo 2 Viale Lungo Agno Manzoni, 17;

16.10.2017

L'impegno dello Snals per la nuova stagione contrattuale - LINEE DI PIATTAFORMA CONTRATTUALE 2016/2018

13.10. 2017

[Sindacato Feder.ATA] Problematiche mai risolte del Personale ATA

SGB: Alternanza Scuola Lavoro: prima lezione il lavoro va pagato!

Alternanza Scuola-Lavoro: Lezione n°1 il lavoro va pagato!

13 ottobre al fianco degli studenti in sciopero

27 ottobre Sciopero Generale

Incidenti, abusi, sfruttamento: questo è quello che i nostri studenti trovano sui posti di lavoro, perché questo c’è!

Il 13 ottobre gli studenti scendono in piazza contro l’Alternanza Scuola-Lavoro (ASL) fulcro della svendita dell’istruzione pubblica e della sua definitiva trasformazione nella scuola dei “padroni” dove i figli dei lavoratori devono essere “allenati” ad obbedire, ad adeguarsi alle necessità delle imprese (pubbliche o private che siano).

Il 27 ottobre sarà Sciopero Generale di tutti i lavoratori e lavoratrici, per il diritto al lavoro e alle libertà sindacali, contro le spese militari per il rifinanziamento dei servizi e sostegni pubblici.

 

A due anni dalla obbligatorietà della ASL siamo ancora agli annunci della “Carta dei Diritti e dei Doveri degli studenti in alternanza”, che dovrebbe dare qualche regola e assicurazione agli studenti in alternanza. Nel frattempo il Ministero a livello nazionale ha stipulato 56 Protocolli d’Intesa con grandi imprese (da Federmeccanica, Confindustria, Enel fino a Mc Donald’s) oppure intermediari di manodopera come è l’Adecco (già ispiratrice della politica sul precariato ai tempi della Gelmini), ed Enti pubblici. Siamo in attesa di vedere all’opera la Cgil dopo “l’uso” degli studenti alle Feste del PD.

Ogni giorno arrivano notizie di abusi sui ragazzi, del vero o proprio sfruttamento che subiscono, prede facili per imprenditori che cosi finalmente si liberano di quelle 4 regole che sono rimaste sui contratti nazionali o dello Statuto dei Lavoratori o peggio della legge sulla Sicurezza. Quando va bene perdono solo il 10-20 % delle lezioni, senza contare le ore già tagliate a tutti gli istituti: e non si può fare l’esame di stato se non risultano fatte tutte le 400 ore di ASL!

 

Tutto il sistema della formazione professionale è stato lasciato negli anni in mano alla gestione di tipo privato con i fondi pubblici: la formazione regionale gestita dai sindacatoni o dagli istituti religiosi; gli Enti Locali che con la trasformazione in Società Partecipate di tanti Enti per la Formazione Professionale li hanno portati alla loro completa privatizzazione con i conseguenti licenziamenti e veri e propri furti di stipendi e fondi pubblici; Università, Enti Locali e Imprese a gestire Fondazioni di tipo privato per la formazione post-diploma (ITS) con un giro di soldi pubblici, senza neanche l’obbligo di presentare bilancio. Per non parlare dell’Educazione agli Adulti o agli immigrati, la ricetta è la stessa: più tagli al personale, alle ore di lezione più fondi pubblici senza controllo. Altro che piani Europei per “la formazione tutta la vita” stiamo diventando un popolo ignorante che al 70% non capisce cosa legge!

L’obiettivo ora, della ASL è mandare a lavorare senza paga, 1,5 milioni di studenti!

 

La Legge di Stabilità per il 2018, oltre a prevedere altri tagli alla spesa e un’elemosina per il nostro Contratto Nazionale, finanzia la formazione in azienda perché l’obiettivo è Industria 4.0, riorganizzare il ciclo produttivo a spese dei lavoratori. Job Act, formazione aziendale a spese della collettività, distruzione della scuola pubblica statale, aumento dell’età pensionabile, è cosi questi signori fanno crescere il PIL dello 0,001%, mentre si spendono 64 milioni di euro al giorno per le spese militari!

 

Sosteniamo lo sciopero e le rivendicazioni degli studenti del 13 ottobre e il

27 ottobre Sciopero Generale, insieme in piazza per la riconquista dei nostri diritti cosi che anche le nuove generazioni possano ritrovare sui posti di lavoro!

 

09.10.2017

Bando di concorso 2017-2020 personale ATA

6.10.2017

Contratti pubblici: sindacati, “accelerare il rinnovo”

Un incontro con il Ministero per avere chiarimenti sul rispetto dell’intesa del 30 novembre e la riattivazione dei tavoli negoziali all’Aran per il rinnovo dei contratti. Sono le richieste che i segretari confederali di Cgil, Cisl e Uil Franco Martini, Maurizio Petriccioli e Antonio Foccillo hanno avanzato, in due lettere, al ministro per la semplificazione e la Pubblica Amministrazione Marianna Madia e al presidente dell’Aran Sergio Gasparrini.

Nella missiva indirizzata al Dicastero le Confederazioni sindacali, “anche alla luce delle recenti notizie sulla nota di aggiornamento del Def e del ritardo nella trasmissione all’Aran di tutti gli atti di indirizzo”, ribadiscono “la necessità di un incontro di approfondimento e chiarimento sul rispetto dell’Intesa del 30 novembre scorso – sia della parte economica che di quella normativa – per accelerare le procedure dei rinnovi dei contratti di lavoro”. Una richiesta già avanzata ma, sottolineano Martini, Petriccioli e Foccillo, “rimasta finora inevasa”.

Al Presidente dell’Aran Cgil, Cisl e Uil, constatata “la stasi nella quale si trova il confronto negoziale per il rinnovo dei contratti”, chiedono che “siano rapidamente riattivati i tavoli negoziali politici e tematici, sia confederali che di comparto, e che venga pertanto rapidamente concordato un completo calendario degli incontri da convocare nei prossimi giorni”.

Cordialmente
FLC CGIL nazionale

Al via le domande di terza fascia ATA

Graduatorie di istituto ATA: modelli di domanda e guide alla compilazione

Graduatorie di istituto ATA: guide ai modelli D1 (inserimento) e D2 (conferma o aggiornamento)

Graduatorie di istituto ATA: chi può fare domanda come assistente tecnico?

Speciale graduatorie di istituto ATA 2017/2020

Notizie scuola

Contro il bus #StopGender c’è la scuola della Costituzione

Carta del docente 2017/2018: i sindacati chiedono al MIUR un incontro di informativa

Come funziona il concorso riservato per i docenti abilitati della secondaria e la graduatoria regionale di merito

Speciale reclutamento dei docenti della scuola secondaria

Disfunzionalità del SIDI: Sinopoli scrive alla Ministra Fedeli

La valutazione dei dirigenti scolastici è tutta da rifare

Mobilitazione dei dirigenti scolastici: proseguono gli incontri con le forze politiche

Alternanza scuola lavoro e tutor territoriali: facciamo il punto della situazione

Programma annuale 2017-2018: l’informativa del MIUR

Riforma del sostegno scolastico: il Decreto 66 deve garantire i diritti imprescindibili

Sistema integrato relativo alla formazione del ciclo 0-6: comunicato del coordinamento nazionale delle politiche dell’infanzia

Polo Unico per le visite fiscali: ulteriori chiarimenti dell’INPS

PON “Per la Scuola” e Sistema Nazionale di valutazione: lo stato dell’arte

PON “Per la Scuola” e individuazione del personale “esperto” impegnato nelle attività formative: ulteriori chiarimenti

PON “Per la Scuola” e “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio”: istruzioni per l’acquisizione del consenso al trattamento dei dati degli studenti

Bonus docenti a rischio discriminazione di genere

OutFIT, attrezzatura per il nuovo concorso docenti: assemblea a Roma

Dopo l’assemblea del 25 settembre il personale ATA di Firenze e provincia rivolge un appello alle istituzioni della Repubblica

Nuovo sistema di reclutamento dei docenti della scuola secondaria, se ne discute a Terni  il 5 ottobre

02.10.2017

[Sindacato Feder.ATA] ANCHE GLI EXTRACOMUNITARI NELLE GRADUATORIE DI TERZA FASCIA DEL PERSONALE ATA

Graduatorie di istituto ATA:
modelli di domanda e guida alla compilazione

Nel pomeriggio di venerdì 29 settembre sul sito del MIUR sono stati pubblicati i modelli di domanda (D1, D2 e D4) per l’inserimento/conferma/aggiornamento delle graduatorie di terza fascia del personale ATA della scuola valide per il 2017-2020.
Le domande vanno presentate dal 30 settembre al 30 ottobre 2017.

Sul nostro sito è già disponibile la guida alla compilazione del modello D1 per l’inserimento in graduatoria. Nei prossimi giorni saranno online le indicazioni che guideranno passo-passo alla compilazione del modello D2 per confermare l’iscrizione o per aggiornare titoli e servizi.
Leggi anche le schede su come e quando presentare la domanda e sui requisiti per poter accedere.

La platea delle persone interessate a queste graduatorie per le supplenze è molto estesa. A loro, è rivolta la guida rapida che contiene le risposte alle dieci domande più frequenti (FAQ) sugli aspetti generali e comuni che è necessario conoscere per non commettere errori nella compilazione e poi nella presentazione della domanda.
Come ulteriore supporto, presso le nostre sedi locali è stato predisposto un servizio gratuito di informazioni generali rivolto a tutti gli aspiranti ed un servizio specifico di consulenza dedicato agli iscritti CGIL.

Altri riferimenti a normativa e approfondimenti
Tutto su... il nostro speciale.
Bando (DM 640/17).
Tabella di corrispondenza titoli/laboratori assistenti tecnici.
Guida alla registrazione su istanze online.
Rimani aggiornato con le ultime notizie.

Cordialmente
FLC CGIL nazionale

In evidenza

Precari della ricerca: stabilizzazioni per tutti. Il 4 ottobre in piazza a Roma

L’attività vertenziale e i ricorsi legali della FLC CGIL

Pubblica Amministrazione: CGIL, CISL e UIL scrivono a Madia e Aran, accelerare rinnovo contratti

Notizie precari

Scuola: orientarsi nella giungla del reclutamento

Formazione iniziale e tirocinio (FIT) per i docenti della scuola secondaria

Speciale reclutamento docenti scuola secondaria

Come funziona il concorso riservato per i docenti della secondaria con 3 anni di insegnamento

Come funziona il concorso riservato per i docenti abilitati della secondaria e la graduatoria regionale di merito

Riforma del sostegno scolastico: il decreto 66 deve garantire i diritti imprescindibili

L’INFN non assume ricercatori e tecnologi

Riconoscimento dell’anzianità pre-ruolo: nuovo incontro all’ISTAT

AFAM: avviate le procedure per le nomine a tempo indeterminato e tempo determinato del personale docente per l’a.a. 2017/2018

Graduatorie d’istituto ATA: la FLC CGIL Molise organizza assemblee pubbliche per dare istruzioni sulla compilazione delle domande

Nuovo sistema di reclutamento docenti scuola secondaria, se ne discute a Livorno il 2 ottobre

Nuovo sistema di reclutamento docenti scuola secondaria, se ne discute a Roma il 4 ottobre

Nuovo sistema di reclutamento ocenti scuola secondaria, se ne discute a Terni il 5 ottobre

OutFIT, attrezzatura per il nuovo concorso docenti: assemblea l’11 ottobre a Roma

Concorsi università

Concorsi ricerca

Abuso della comunicazione al personale scolastico da parte delle scuole attraverso sms/WhatsApp o email